Venchi: licenziati per una battuta

La federazione di Firenze di Rifondazione Comunista esprime la propria solidarietà ai tre lavoratori di Venchi che sono stati prima sospesi e poi licenziati.
Il fatto che anche delle semplici battute tra colleghi, che non riportano offese né diffamazioni per nessuno, oggi possano essere prese a pretesto per troncare un rapporto di lavoro è indicativo del clima di tensione e ingiustizia che dilaga in questo paese.
Ci vediamo sabato 28 dicembre alle ore 17:00 in via dei Calzaiuoli.

Commenta via FB
image_pdfimage_print