Sanità toscana: la battaglia non si ferma. Purtroppo per Rossi

Enrico Rossi ed il Partito Democratico plachino il loro risentimento e non si diano troppa importanza. La battaglia per il diritto alla salute prosegue non per loro, ma a causa loro. L’obiettivo è un servizio universale, che metta a valore i principi costituzionali.

Per questo motivo con convinzione sosteniamo la scelta del Comitato promotore del referendum sulla legge regionale 28 di non arrestarsi di fronte alla scelta del Comitato di garanzia statutaria, che ha dichiarato inammissibile la consultazione dei cittadini.

Come abbiamo già scritto la Toscana è una regione in cui non si sono mai tenuti referendum regionali, non sarà quindi facile ottenere una seconda vittoria, dopo le firme raccolte: rendere partecipata e pubblica la discussione sul sistema sanitario.

Sia per il ricorso al TAR, sia per la ripresa di una diffusa mobilitazione per un nuovo quesito, il Comitato vedrà il Partito della Rifondazione Comunista mobilitato a suo sostegno.

sanitòref

Commenta via FB
image_pdfimage_print

Lascia un commento