Ronde notturne di CasaPound: oltre il lecito

Ronde notturne di CasaPound: oltre il lecito

Rifondazione Comunista Firenze, 1 agosto 2018

Nonostante l’esasperazione dei commercianti di San Jacopino, qualche tempo fa impegnati a denunciare la speculazione delle destre sul presunto degrado del quartiere, i fascisti insistono a cercare visibilità in vista delle prossime amministrative.Questa volta tocca alle ronde notturne, in San Jacopino, contro “i furti dovuti alle finestre aperte”.

In realtà si tratta di una tattica abbastanza scontata, cercando di sfruttare il periodo estivo per ritagliarsi un po’ di visibilità.

Per far notizia si può anche prendere e intimorire il quartiere, annunciando manipoli di pseudo-sorveglianti per le vie della città.

In tempi in cui le istituzioni si impegnano a reprimere il dissenso, colpisce l’impunità di questa banda di vigilanti mancati: forse hanno letto troppi fumetti, o semplicemente si sono guardati troppi film di Batman, ma di sicuro non dovrebbe essere loro permesso di minare le regole alla basta del vivere civile.

Nessuna organizzazione dovrebbe avere il permesso di sostituirsi a compiti delicati, come quelli per i quali CasaPound si candida a essere punto di riferimento.

Il distacco tra la vita reale e i racconti di queste forze di estrema destra segnala l’ipocrisia di chi vuole esasperare i problemi sociali, per poi incassare i risultati di eventuali disordini (con la retorica della sicurezza).

Come Partito della Rifondazione Comunista non intendiamo alimentare in nessun modo questo perverso meccanismo, ma non possiamo neanche rimanere in silenzio. Proseguiremo le nostre attività e il nostro rapporto con la cittadinanza, promuovendo pratiche politiche basate sul confronto, la solidarietà e il libero pensiero critico: contribuiremo a organizzare la resistenza a questa barbarie, denunciando l’impunità con cui queste forze neofasciste superano regolarmente il lecito.