Richard Ginori: i lavoratori occupano la fabbrica. Solidarietà dal PRC Firenze

Roberto Travagli, responsabile lavoro PRC Firenze, 7 Novembre 2017

La federazione fiorentina del Partito della Rifondazione Comunista esprime tutta la sua solidarietà e il proprio sostegno ai lavoratori della Richard Ginori di Sesto Fiorentino che questa mattina hanno deciso di proclamare lo sciopero e occupare lo stabilimento chiedendo fermamente che il piano di rilancio dell’azienda di cui si parla da oramai troppo tempo venga attuato.

Quella della Richard Ginori è una realtà che, pur rappresentando l’eccellenza dell’artigianato italiano, vive momenti di alti e bassi da anni. Dopo una brutta vicenda che nel 2013 ha visto il cambio di proprietà (non riuscendo a garantire, purtroppo, tutti i posti di lavoro), oggi, nuovamente, i lavoratori si ritrovano a dover chiedere garanzie: l’operazione di acquisto del terreno sul quale ha luogo l’attività della Ginori è stata bloccata perché non ritenuta sicura dall’istituto di credito DoBank.

Ancora una volta, dopo anni, le valutazioni e gli interessi del grande capitale finanziario vanno a mettere in pericolo la quotidianità e la sicurezza economica dei lavoratori. Ancora una volta, a Sesto Fiorentino l’incertezza rischia di cancellare una storia di eccellenza artigianale che dura da decenni, senza che alle competenze e alle capacità sviluppate venga dato il riconoscimento meritato.

Come dicevamo anni fa, la Richard Ginori e i suoi lavoratori si meritano un futuro di sicurezza economica e aziendale per cui tutti si devono impegnare, dalle forze sindacali alle parti datoriali passando per le istituzioni.

Commenta via FB
image_pdfimage_print

Lascia un commento