Non restiamo zitti e protestiamo!

Non restiamo zitti e protestiamo!

Partito della Rifondazione Comunista – Federazione di Firenze, 28 ottobre 2018

I Centri di Accoglienza Straordinari sono sotto attenzione prefettizia a Firenze.

Gli ospiti non sarebbero liberi di ricevere pacchi, senza che questi vengano prima visionati e se ne sia valutata la compatibilità economica con una condizione di indigenza. Allo stesso modo i migranti, obbligati a non uscire dalle 20.00 alle 08.00, sono chiamati a rendere conto di eventuali biciclette. Il Prefetto Lega cita esplicitamente la stampa e la cittadinanza, preoccupandosi del degrado urbano percepito a livello diffuso. Immaginiamo quindi di andare contro lo spirito del tempo, ritenendo inaccettabile l’orientamento espresso da questi provvedimenti. Al Ministero siede un coltivatore di odio e anche il Sindaco della nostra città si impegna non raramente ad assecondare la moda della presunta legalità. Rimaniamo però sicuri che la sicurezza non si ottenga sottoponendo a rigida verifica qualche mezzo su due ruote, né facendo i conti in tasca a persone in evidente difficoltà. Nemmeno è utile alimentare il malcontento male orientato di settori sociali poco consapevoli di quali siano le reali cause di una crisi economica fondata sull’arricchimento di chi era già potente. Non rimarremo in silenzio per opportunità politica e non ci interessa precisare alcunché nel semplice rifiuto di ogni accenno di discriminazione. Per questo abbiamo già aderito con convinzione al presidio di martedì 30 ottobre, dalle ore 16.00 alle 19.00, in via Cavour, davanti alla Prefettura, indetto dall’Assemblea antirazzista fiorentina.

Commenta via FB
image_pdfimage_print

Lascia un commento