Il 25 novembre in piazza contro la NATO

Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra: per esempio, la guerra.
Con questo Promemoria di Gianni Rodari sul nostro striscione saremo in piazza dell’Unità di Italia (a Firenze) il 25 novembre, alle 17.30. La contestazione al vertice NATO, che Nardella ospita con grande orgoglio, è un’offesa alla “città delle bandiere della pace” che ormai qualche hanno fa riuscì a diventare un simbolo di rifiuto rispetto alle scelte di Bush jr., dopo i tragici eventi dell’11 settembre 2001.

Oggi, come ieri, c’è chi ci racconta che alla violenza si risponde unilatermante con altre forme di violenza, senza tentare di comprendere le cause che hanno portato alla situazione odierna. Il proliferare di armamenti, l’utilizzo di organizzazioni terroristiche per destabilizzare i paesi del Medio Oriente (come la Siria), la convivenza di emirati e ricchi signori del petrolio con l’ISIS, la natura di un patto atlantico utile solo alla tutela degli interessi economici delle multinazionali di stampo occidentale: questi sono le priorità che dovrebbe darsi una responsabile ed efficace politica internazionale.

Anche nel rispetto dell’articolo 11 della Costituzione diamo appuntamento a tutte le persone che non si arrendono alla barbarie per questo mercoledì.

Rifondazione Comunista Firenze – Giovani Comuniste/i Firenze

Concentramento per le compagne e i compagni di Rifondazione Comunista: alle 17.00 in piazza dell’Unità d’Italia a Firenze.

Percorso del corteo: piazza dell’Unità, piazza San Lorenzo, piazza San Giovanni, piazza Repubblica, piazza dell’Unità.

noNatonoNato

Commenta via FB
image_pdfimage_print

Lascia un commento