Festa Nazionale di Rifondazione 2018 a Firenze: un successo!

La Festa Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista di questo anno ha dovuto far fronte all’improvvisa indisponibilità dello spazio consueto in cui si era tenuta negli ultimi tre anni.

L’assenza di altre aree simili ci aveva spinti a ipotizzare di non tenere l’appuntamento.

La preziosa disponibilità del Circolo Ricreativo di Castello ha permesso una soluzione costruita nel periodo estivo, dove però rimanevano i timori per il parcheggio e lo scarso preavviso per pubblicizzare l’appuntamento.

Abbiamo vissuto invece giornate importanti e piene di soddisfazioni. Per la partecipazione, per il clima intorno a noi, per i risultati organizzativi, per il riscontro di chi vive il nostro territorio, per la risposta delle compagne e i compagni che ci hanno raggiunto da altre province e regioni.

Tutto può essere migliorato, ma difficilmente qualcosa sarebbe potuto andare meglio!

La Federazione di Firenze deve ringraziare pubblicamente tutte le persone che hanno partecipato, le compagne e i compagni giunti da lontano per accompagnarci in questa nuova sfida, le associazioni che hanno contribuito a dare vita agli spazi, la Segreteria nazionale per il denso e ricco programma (più intenso rispetto al passato) e ovviamente il Circolo di Castello, nel cui cinema siamo particolarmente contenti di aver tenuto la presentazione dei film di tre registi come Berardo Carboni, Sabina Guzzanti e Daniele Vicari.

I sorrisi di chi ha partecipato alla IV Festa Nazionale sono un riconoscimento che ci sarà energia a lungo!

Vorrei infine aggiungere poche parole da Segretario provinciale: ogni impegno collettivo si compone di diversi ambiti. Le questioni logistiche legate agli invitati, il montaggio delle strutture, l’allestimento, la libreria, la birreria, il ristorante, i punti informativi, le pulizie e molto altro. Chiunque abbia militato in una festa sa bene che tipo di generosità è richiesta.

Quando abbiamo saputo di dover cambiare completamente il tipo di festa abbiamo condiviso molti timori. Nessuno ci ha impedito di impegnarci al massimo e la risposta della nostra Federazione credo sia qualcosa di difficile da trovare nella complicata e destrutturata società contemporanea.

Quando le cose funzionano e vanno bene è saggio evitare di dilungarsi troppo.

Molta strada ci attende ancora!

Dmitrij Palagi, Segretario provinciale PRC Firenze