Assemblea territoriale di Potere al Popolo!

Quando:
19 Settembre 2018@21:00–23:45 Europe/Rome Fuso orario
2018-09-19T21:00:00+02:00
2018-09-19T23:45:00+02:00
Dove:
Casa del Popolo Il Campino
Via Giulio Caccini
13, 50141 Firenze FI
Italia

L’autunno che viene non sarà facile per il Governo. La crescita economica rallenta, si accumulano i segnali di una nuova crisi a livello internazionale. La Banca Centrale Europea annuncia per ottobre la fine del Quantitative Easing, che in questi anni ha tenuto l’Italia al riparo da grossi attacchi speculativi.

La fragilità del nostro paese, che di fatto non è mai uscito dalla crisi del 2008, è evidente. Il Ministro dell’Economia Tria ha già fatto capire che la coperta è stretta, e che non ci sarà molto spazio per politiche di redistribuzione. Da un lato bisognerà osservare i parametri europei, che Lega e 5 Stelle, dopo aver urlato per anni, vogliono nella sostanza rispettare, da un lato non si vogliono toccare i profitti delle classi dominanti, a cui Lega e 5 Stelle sono, nonostante la loro caratterizzazione “populista”, ben legati.

Si preannunciano quindi tagli ai servizi, compressione dei diritti dei lavoratori, violente operazioni ideologiche per creare nemici interni e aizzare una guerra fra poveri che faccia dimenticare i veri nemici. Uno scenario estremamente inquietante.
Dobbiamo assolutamente impedire che il nostro paese scivoli ancora di più nella barbarie, che le classi sociali già schiacciate si impoveriscano ulteriormente sia da un punto di vista economico che umano e culturale.

Ci aspetta un autunno di opposizione:

– dobbiamo lanciare, insieme ad altre forze del conflitto, una mobilitazione contro questo Governo e soprattutto contro le politiche liberiste che ne stanno alla base.

– dobbiamo porre in modo forte il tema della redistribuzione della ricchezza: non è vero che non ci sono i soldi, dopo dieci anni di crisi vanno presi dai ricchi e dalla loro evasione fiscale, dalle imprese che hanno fatto profitto, dalle speculazioni finanziarie e dalle multinazionali. Dobbiamo provare a collegarci con tutti i movimenti di lotta europei e costruire un fronte ampio per la tassazione dei capitali, contro le delocalizzazioni, contro l’avanzata delle destre, del razzismo, dell’egoismo e della competizione sui posti di lavoro.

– costruiamo anche a Firenze un fronte con chi sviluppa mutualismo sul territorio, con quelle forze vive che resistono all’imbarbarimento culturale, alla svendita della città e al taglio dei servizi pubblici.

Ci vediamo il 19 settembre al Campino!

Commenta via FB
image_pdfimage_print
This entry was posted in .

Lascia un commento